Fai una passeggiata nella
storia di Opatija

Passeggia nella storia di Opatija in compagnia di personaggi interessanti del passato della città.

TOURS UTV LIBURNIA

Opatija viaggio nel tempo

Le passeggiate attraverso la storia di Opatija in compagnia d'interessanti personaggi del passato della città, le esibizioni di gruppi vocali klape e dell'ensemble folcloristico "Zora", i tour in automobili d'epoca – tutto ciò fa parte del nuovo programma gratuito dal titolo "La macchina del tempo di Opatija". Come ha vissuto la città la celebre danzatrice Isadora Duncan? Come realizzò la sua visione di un luogo di cura imperiale il direttore delle Ferrovie meridionali nonché iniziatore del turismo a Opatija Friedrich Julius Schüler? Come trascorrevano il tempo mezzo secolo fa le celebrità di fama mondiale guidando le automobili di lusso per le strade della città? "La macchina del tempo di Opatija" risponderà alle domande dei visitatori della città mettendoli al centro degli avvenimenti e dandogli l’opportunità di vivere la storia della città proprio come i suoi protagonisti.

Tours in primo piano

Opatija - la destinazione con la tradizione turistica più lunga.

Donna del popolo

I nobiluomini e in particolare le nobildonne che raggiunsero Opatija nella seconda metà del XIX secolo, furono scioccati dalla cultura e dalle usanze popolari locali.

Il benedettino

Prima che Opatija fosse scoperta da potenti e ricchi commercianti fiumani e dall'aristocrazia viennese e ancor prima di avere un nome, i benedettini costruirono qui la loro dimora all'inizio del XV secolo.

Il barcaiolo

Bitteschön, barke fahren... o gradireste fare un giro in barca – è una frase che si sentiva spesso nel porticciolo di Opatija, il luogo in cui si radunavano i barcaioli per offrire ai passanti un giro panoramico dal mare verso la riviera.

Stephanie Glax

Famosa artista e illustratrice, figlia di Julius Glax responsabile dello status di Opatija come stazione climatica di cura.

Una regione è composta dalla sua natura e dalle sue città, ma soprattutto dalla sua gente